IDP

Home > Progetti > IDP

Fotografie IDP


Le 30 immagini presentate sono tutte state scattate in due campi profughi situati nel sud dell'Afganistan tra gennaio e luglio 2005: Mokhtar camp, nei pressi della cittadina di Lashkar Gah, provincia di Helmand e Zhar e-Dasht camp, non lontano da Qandahar.
I rifugiati che qui vivono sono vittime della guerra civile afgana, l'ennesima, seguita alla caduta del regime talebano alla fine del 2001. Sono per la maggior parte di etnia Pashtoon, pi¨ un minor numero di Hazara, e provengono dalle regioni settentrionali del Paese. I Pashtoon sono il gruppo etnico principale dell' Afganistan ma prevalentemente insediati nel sud, roccaforte del governo dei Talebani. Pertanto, non senza qualche ragione, sono identificati dalle altre popolazioni afgane, Tagiki, Uzbeki, Turkmeni e altre minori, con i Talebani stessi. Minoranza nel nord dell'Afganistan, contro di loro si Ŕ concentrata la rabbia e la persecuzione che li ha costretti alla fuga.
IDP (Internally Displaced Persons) Ŕ una definizione tecnica delle agenzie ONU, che indica i rifugiati all'interno dello stesso paese di origine.
I campi sono stati aperti nella primavera del 2002 da una ONG italiana, INTERSOS, con finanziamenti dell' Alto Commissariato per i Rifugiati delle Nazioni Unite (UNHCR). Da allora i programmi di assistenza si articolano in una serie di progetti che comprendono distribuzione di generi alimentari, educazione scolastica, corsi professionali, assistenza medica, assistenza economica.

Le foto riprendono momenti di vita e attivitÓ nei campi tra il 2004 e il 2005: lezioni scolastiche, attivitÓ nei laboratori di cucito per le donne, corsi di falegnameria per i ragazzi, cerimonie di chiusura dei corsi professionali, assemblee di anziani, scene dell' AtÓn, la danza tradizionale dei Pashtoon.